Giornalista Italiano

Errata corrige

Si segnala che a pag. 342 del volume, la frase “Il ministro è sempre maschile, anche se il titolare è una donna. Non si scrive mai la ministra, né la sindaca o l’assessora.” è stata sostituita con la seguente: Il titolare di un dicastero invece non si scrive solo al maschile: infatti, se si tratta di una donna, si dice ministra. Ciò grazie anche all’espandersi di una nuova sensibilità culturale-linguistica che ha spinto verso il genere grammaticale femminile parole che indicano ruoli istituzionali, professioni e mestieri. Così, senza distinzioni, si può scrivere avvocata, magistrata, notaia, sottosegretaria, sindaca, assessora al pari di maestra, infermiera e cuoca. Altresì resta sempre un errore scrivere presidenta. Si usa, in questo caso, il presidente/la presidente. Per il resto è da evitare l’utilizzo dell’articolo femminile seguito dalla forma maschile, ad esempio la sindaco.


Form di segnalazione

 

Nome
  Cognome
Email
Capitolo
  Paragrafo
Segnalazione

Ai sensi del D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”), il trattamento delle informazioni personali che La riguardano sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.